PATRICK ZAKI LIBERO! MA NON ASSOLTO…

Patrick Zaki, studente internazionale di origine egiziana dell’Università di Bologna in carcere da quasi due anni, è stato scarcerato.

L’annuncio è stato dato dal tribunale di Mansoura, sua città natale, dove oggi si è tenuta una nuova udienza del processo.

Patrick Zaki Libero! Ma Non Assolto..”

GLI SVILUPPI:

Zaki venne fermato e posto sotto custodia cautelare, in seguito ad un mandato di cattura emesso nel 2019 per diffusione di notizie false e di “istigazione alla violenza, alle proteste,
al terrorismo, gestione di un account social che punta a minare la sicurezza pubblica.” (fonte ansa-le accuse formalizzate).

Inizia qui un calvario infinito che coinvolge Zaki e la sua famiglia per quasi due anni.

Il terribile precedente di Giulio Reggeni è però ancora vivido e questa volta la risposta da parte della società civile non si fa attendere: si vuole evitare il peggio, non si vuole un altro morto!

“Si vuole evitare il peggio, non si vuole un altro morto!”

9 FEBBRAIO 2020, due giorni dopo l’arresto, viene organizzato un flash-mob in piazza Maggiore a Bologna,’Libertà per Patrick’, nel mentre l’Università di Bologna costituisce un gruppo di crisi.

12 FEBBRAIO 2020, anche la politica comincia a prendere posizione: Il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli chiede che Zaki sia rilasciato subito.
Richiesta che riceve una risposta pressochè immediata da parte del Parlamento Egiziano, il quale assicura che Zaki “ha pieni diritti” e bolla quella di Sassoli come una “inaccettabile ingerenza”.

22 FEBBRAIO 2020, viene rinnovata la custodia cautelare di 15 giorni, la prima di una lunga sequenza di rinnovi.

5 MARZO 2020, Zaki viene trasferito nel carcere di Tora al Cairo.

13 LUGLIO 2020, viene disposto un nuovo rinnovo della custodia cautelare per altri 35 giorni: Patrick si dichiara “esausto e fisicamente depresso”.

La mobilitazione internazionale per la sua scarcerazione non accenna a fermarsi e il 2 DICEMBRE 2020 anche l’attrice Scarlett Johansson rilascia un video online di condanna per richiedere la scarcerazione di Zaki.

Scarlett Johansson rilascia un video online di condanna per richiedere la scarcerazione di Zaki

Passa quasi un anno dall’arresto e il 1° FEBBRAIO 2021 viene nuovamente rinnovata di altri 45 giorni la custodia cautelare.

FRA GENNAIO E APRILE 2021, Zaki riceve prima la cittadinanza onoraria da parte del comune di Bologna e successivamente, in seguito ad una partecipatissima petizione online, il Senato della Repubblica approva la richiesta del governo per dargli la cittadinanza onoraria.

Dopo 19 mesi di custodia arriva il rinvio a giudizio. Zaki va a processo per un articolo sui copti perseguitati in Egitto.
Resta in carcere e una nuova udienza è fissata per il 7 dicembre 2021.

OGGI, 7 DICEMBRE 2021, Patrick Zaki viene definitivamente scarcerato, ma ancora non assolto dalle accuse.
Patrick dovrà apparire davanti alla corte di nuovo il 1 febbraio.

Un primo passo, ma l’obiettivo è riportare Zaki in Italia.

Un primo passo, ma l’obiettivo è riportare Zaki in Italia

Default image
Alessio Occhini